Pasqua 2022

Fra qualche giorno arriverà la Pasqua ma non potrà essere una Pasqua di Pace per la guerra in Ucraina dove sosta il mio pensiero. Vorrei essere balsamo per lenire le vostre ferite.

Ai lettori e alle lettrici di questo blog,

auguro una serena  Pasqua  con un abbraccio circolare.

pasqua

la zuppa di cozze e il giovedì santo

L’arrivo della Pasqua a Napoli porta con sè numerose tradizioni, culinarie e spirituali, che cominciano la Domenica delle Palme con la benedizione dei rametti di ulivo e terminano il Lunedì di Pasquetta con la gita fuori porta. Tra le usanze tipiche del periodo pasquale c’è quella del Giovedì Santo a cui i napoletani sono particolarmente legati: in questa giornata, oltre che mangiare la zuppa di cozze, c’è il rito tradizionale dello “Struscio” ossia il passeggiare per andare da una chiesa all’altra per fare  “i sepolcri”.

zuppa2

La zuppa di cozze è una delle pietanze più amate dai napoletani. Che sia preparata in casa o consumata al ristorante non importa, l’importante è che la ricetta sia quella della tradizione. Pochi ingredienti ma amalgamati bene: cozze, polpo, lumache di terra (dette anche “munacelle”), olio piccante, peperoncino, aglio, pomodori, prezzemolo e gli immancabili crostini di pane con cui fare la mitica “scarpetta”.

la Musica va oltre la guerra

Oggi nella piazza de “i fatti vostri” è stata raccontata una bellissima quanto toccante storia che ha come protagonisti una coppia di coniugi violinisti, lui Ucraino, lei Russa.
In un momento così particolare per la popolazione Ucraina, questa storia va ben oltre la Guerra in atto a dimostrazione tangibile che la Musica avvicina, non conosce nazionalità come l’amore che lega questa stupenda coppia a cui auguro ogni bene.
violinisti